Il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild potrebbe arrivare già nel 2020 secondo un insider

Come ricorderete, Nintendo ha chiuso il suo Direct in occasione dell’E3 2019 davvero col botto, mostrando le prime immagini del sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild in lavorazione, che, stando all’insider Sabi, potrebbe essere più vicino del previsto, ed arrivare nel 2020.

Breath of the Wild è stato molto apprezzato all’epoca della sua uscita sia su Nintendo Switch che ancora su Wii U. Ha conquistato il Perfect Score su Famitsu e si è imposto come uno dei capitoli più belli della serie, nonché come uno dei videogiochi più belli in assoluto.

Capirete dunque l’entusiasmo dei fan quando durante l’ultimo Direct Nintendo ha rivelato che il gioco fosse addirittura già in lavorazione. Purtroppo però da quel video teaser mostrato quest’estate, sul gioco è calato il più profondo silenzio, e dunque al di là di qualche rumor e voce di corridoio, non si sa molto sulle tematiche ed il gameplay del sequel di Breath of the Wild.

zelda breath of the wild 2020

Le cose però potrebbero cambiare anche abbastanza a breve. L’insider Sabi, uno che con Nintendo generalmente ci prende, ha detto su Twitter che i piani della Grande N prevederebbero un’uscita del gioco nel 2020.

Sabi ha raccontato che non si tratta di congetture, ma proprio dei piani di Nintendo, aggiungendo però che storicamente i giochi della serie di The Legend of Zelda vengono rimandati da Nintendo, anche solo internamente (dunque senza farlo sapere alla stampa).

Per il momento dunque c’è ancora da aspettare, ma se davvero la release del gioco fosse prevista per il 2020, allora non è così impossibile che potremmo vedere qualcosa di più durante i The Game Awards previsti il mese prossimo.

Voi che ne pensate? Cosa vi aspettate dal sequel di Breath of the Wild? Credete davvero a una release nel 2020?

 

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.