Black Widow su Disney+? David Harbour sarebbe favorevole, ma quante possibilità ci sono davvero? Facciamo il punto della situazione

L’emergenza coronavirus sta causando diversi rinvii e ritardi nel mondo del cinema e delle serie TV, ma uno di quelli che i fan meno sono riusciti a digerire è quello di Black Widow, attesissimo film Marvel, che molti sperano adesso di poter vedere in anteprima su Disney+.

Andiamo per ordine: il film come detto è uno dei più attesi dai fan dei cinecomic, dato che presumibilmente si tratterà dell’ultima interpretazione di Scarlett Johansson nei panni di Natasha Romanoff, e soprattutto si tratta del film che darà il via alla Fase 4 del Marvel Cinematic Universe: insomma, già i motivi per attenderne l’uscita sono più che validi.

Purtroppo la situazione attuale non consente però di fare previsioni in generale, né quantomeno ottimistiche, per quanto riguarda la riapertura dei cinema, per cui Disney e Marvel sono state costrette a rinviare la data d’uscita, originariamente prevista per il 1 Maggio, a data da destinarsi.

black widow disney+

Da allora, in molti hanno chiesto al colosso di trasmettere il film su Disney+, ed al coro di voci dei fan si unisce adesso anche David Harbour, che nella pellicola interpreta Red Guardian, la risposta russa a Captain America:

“Non vedo l’ora di essere in Black Widow, se riuscissimo a far uscire quel film. Mi piacerebbe molto poterlo guardare, sapete, non l’ho ancora visto. Ho visto della roba in anteprima dietro le quinte, e sembra davvero ottimo. E ovviamente ero lì quando è stato girato, e sono davvero entusiasta a riguardo. Ma vorrei vederlo. Diavolo, lo guarderei anche su Disney+.”

Per la verità ci sentiamo di escludere che Disney e Marvel abbiano davvero intenzione di portare il film sulla neonata piattaforma streaming. Black Widow è infatti uno dei sicuri campioni d’incasso di questa stagione, e probabilmente avrebbe raggiunto il miliardo di dollari ai botteghini senza troppi sforzi.

La speranza però è l’ultima a morire, no? Voi che ne dite?

(Fonte: Screen Rant)

No more articles