Dopo le infinite polemiche su Cyberpunk 2077, CD Projekt RED fa pervenire le sue scuse e aiuterà i giocatori con i rimborsi

Il lancio di Cyberpunk 2077, attesissimo praticamente da tutti i fan del gioco e di CD Projekt RED, è stato purtroppo affetto da una serie interminabile di problemi e polemiche, tanto da aver costretto la software house a delle scuse arrivate nella mattinata di oggi via Twitter, insieme alla promessa di elargire rimborsi a chi dovesse richiederli.

cyberpunk 2077 rimborsi

Il gioco infatti su PC di fascia alta, la principale piattaforma per la quale era stato progettato, non soffre di particolari problemi, ma le versioni console sono state letteralmente bersagliate da feroci critiche da parte dei fan.

Se sulle console midgen come Xbox One X e PS4 Pro la situazione è leggermente migliore, su PS4 e One “lisce” Cyberpunk 2077 è praticamente ingiocabile, vittima di un frame rate instabile e molto basso, bug di ogni tipo, con una città decisamente più vuota di quella della versione PC e insomma davvero tanti, troppi difetti.

Nei giorni scorsi gli utenti avevano cominciato a far sentire la propria voce, purtroppo spesso anche in maniera tossica, e basta dare uno sguardo alle recensioni su Steam e Metacritic per farsi un’idea di quanti giocatori arrabbiati e delusi ci siano in giro. La situazione poi è aggravata dal fatto che la stessa software house non abbia mostrato il gioco sulle console della gen appena conclusa, e anche le recensioni arrivate prima dell’uscita del gioco, avevano preso in esame la versione PC.

cyberpunk 2077 rimborsi

Una comunicazione insomma non troppo trasparente, per la quale CD Projekt RED si è scusata nella lettera diffusa stamattina.

CD Projekt RED ha inoltre ribadito che alcuni piccoli aggiornamenti sono già arrivati, ed altri interventi correttivi verranno effettuati entro i prossimi sette giorni, e ha anche annunciato l’arrivo di due corpose patch in arrivo a Gennaio e a Febbraio che dovrebbero decisamente migliorare la situazione su PS4 e Xbox One.

Per quanto riguarda i rimborsi, la software house ha invitato i giocatori che non avessero la pazienza di aspettare gli aggiornamenti e le patch risolutive, a chiedere indietro i propri soldi attraverso i canali su cui avevano effettuato gli acquisti e i preorder e, qualora non fosse possibile, ha reso disponibile l’indirizzo [email protected] per risolvere il problema internamente. Le richieste saranno accolte fino al 21 Dicembre 2020.

 

 

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui