Coronavirus: l’E3 2020 sarà cancellato, lo sostengono diverse autorità dell’industria videoludica. Annuncio in arrivo oggi?

Sembrava purtroppo inevitabile, e le ultime voci che si rincorrono in tal senso non fanno che confermare la situazione, che dovrebbe venire ufficializzata già nella giornata di oggi: l’E3 2020 è a forte rischio, e secondo molti membri della stessa industria videoludica, sarà cancellato.

L’emergenza dovuta al Coronavirus infatti non consente attualmente di fare previsioni, e se in alcuni paesi, tra cui il nostro, sono state già prese misure precauzionali importanti, è probabile che il diffondersi dell’epidemia in altre parti del mondo renderà necessari altrettanti provvedimenti in tutto il mondo.

e3 2020 cancellato

In questo momento, consentire una manifestazione in un luogo chiuso, con un così alto numero di partecipanti, è praticamente impensabile, e quindi è solo logico ipotizzare quanto detto sopra, ed è questione di ore prima che l’E3 2020 venga ufficialmente cancellato, o perlomeno rimandato a data da destinarsi.

Lo scrive su Twitter direttamente Devolver Digital ad esempio, che dice chiaramente a tutti di cancellare voli e hotel, e lo confermano tra gli altri Jason Schreier di Kotaku, ed altre fonti autorevoli.

La manifestazione era prevista dal 9 all’11 Giugno, ed era molto attesa, nonostante l’assenza di Sony già confermata anche per quest’anno, dato che sarebbe stata anche l’ultimo E3 prima dell’avvento della next-gen. Vi terremo aggiornati sull’evolversi della situazione.

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.