Mark Zuckerberg ha annunciato la rivoluzione di Facebook: cambia nome, si chiamerà Meta, e promette di arrivare a utilizzare tecnologia fantascientifica

Se ne parlava con insistenza da ormai un bel po’ di tempo e alla fine è successo: Mark Zuckerberg ha annunciato quella che vuole essere una rivoluzione per Facebook, a partire dal nome. Il social network più famoso al mondo cambia nome e si chiamerà Meta, e promette di utilizzare tecnologia fantascientifica entro i prossimi anni.

Ne ha parlato lo stesso fondatore del colosso, in una lunga lettera pubblicata online.

Facebook cambia nome: le parole di Mark Zuckerberg su Meta

“La prossima piattaforma sarà ancora più immersiva: un’internet in cui tu sei all’interno dell’esperienza, non la guardi soltanto da fuori. Noi lo chiamiamo metaverse, e toccherà ogni prodotto che costruiremo. La qualità principale del metaverse sarà una sensazione di presenza, come se fossi lì con un’altra persona o in un altro posto. Sentirsi davvero presenti con un’altra persona è il sogno della tecnologia sociale. Ecco perché siamo concentrati nel realizzare questa cosa”.

facebook cambia nome meta

La presentazione fatta da Zuckerberg è sulla carta impressionante: il fondatore dell’azienda ha praticamente detto che in futuro utilizzeremo sulla piattaforma tecnologie fantascientifiche, tra cui panorami e persone fisiche rese ologrammi digitali, e meno utilizzo di applicazioni in favore di un maggiore uso di realtà virtuale e realtà aumentata, anche attraverso gli occhiali che Facebook ha iniziato a costruire da tempo. Su tutte queste caratteristiche l’azienda già adesso sta investendo una marea di soldi.

“La nostra missione rimane la stessa: quella di riunire e avvicinare le persone. Le nostre app e i loro brand non cambieranno, siamo ancora l’azienda che progetta la tecnologia attorno alle persone. Ma tutti i nostri prodotti, incluse le nostre app, adesso condividono una nuova visione: aiutare a dare vita al metaverse. E ora abbiamo un nome che riflette quello che vogliamo fare”, prosegue Zuckerberg.

Oltre a Facebook anche Oculus Quest cambierà nome in Meta Quest, ed è stato annunciato che GTA San Andreas VR è in sviluppo proprio per tale dispositivo.

Ovviamente c’è molto scetticismo alle parole di Zuckerberg. Nel corso degli anni il nome di Facebook è stato legato ad alcune caratteristiche piuttosto negative, dalla disinformazione online alle costanti fughe d’informazione, all’utilizzo dei dati personali degli utenti, alla totale noncuranza per il rispetto delle norme sulla privacy, l’azienda di Zuckerberg si è impantanata in una serie di scivoloni, che è piuttosto ovvio che il motivo principale del rebranding è proprio quello di tentare di ripulirsi l’immagine prendendo una nuova identità.

Zuckerberg vuole che Meta sia un grande passo avanti per la sua azienda, e il metaverse ha in effetti un bel potenziale, e la tecnologia ad esso legata è assolutamente rivoluzionaria, e troviamo tutto questo nell’enorme lettera alla quale abbiamo accennato prima. Ma fatto sta che Meta è solo un nuovo nome per Facebook. C’è un logo nuovo, delle nobili intenzioni sulla carta, ma al momento tutti i problemi che vengono associati a Facebook, lo sono anche a Meta, a meno che non vengano fatti cambiamenti significativi a riguardo.

Altrimenti, è solo marketing.

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.