Dopo Instagram anche Facebook inizia ad oscurare il numero di “Mi piace” sotto i propri post. Rollout al via in Australia, in futuro la decisione definitiva

Come anticipato, e come già avvenuto sulla piattaforma “sorella” Instagram, anche Facebook ha iniziato lentamente ad oscurare il numero dei “Mi piace” e delle reactions sotto i post.

Si tratta di una decisione presa ormai diverso tempo fa dall’azienda, che crede che possano esserci dei lati negativi nel rendere pubblici questi dati sui social network, per via della natura competitiva che può avere la conta dei like, che può addirittura arrivare a sfociare nel bullismo, in una sorta di guerra di engaging che non fa bene a nessuno.

Inoltre, stando a quanto ipotizzato dagli esperti del web, la rimozione dei like è un metodo per premiare i contenuti e la diffusione organica dei post più meritevoli, dato che spesso sono i post che hanno già un elevato numero di like ad ottenerne ancora di più, perché gli utenti sono portati anche inconsciamente a lasciare un “Mi piace” a tali post.

facebook mi piace

La stessa cosa, oltre che per le reaction, vale anche per le visualizzazioni dei video.

Come detto, Instagram ha già reso effettivo il provvedimento, ed anche in Italia non è più possibile vedere il numero dei like elargiti ad una foto, e sta mano mano venendo diffuso anche in diversi altri paesi.

Per quanto riguarda Facebook invece, il rollout è cominciato già in Australia, dove diversi utenti già riportano come effettivo il cambiamento. Per il momento però non ci sono indicazioni sulla durata di questo periodo di prova, prima che venga presa una decisione definitiva sul cambiamento a livello globale.

Voi che ne pensate di questo provvedimento? Siete a favore della rimozione del numero dei “Mi piace” sotto i post di Facebook? Pensate possa effettivamente rivelarsi una cosa utile?

(Fonte: Tech Radar)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.