Final Fantasy VII Remake nuovamente rimandato: il gioco non uscirà più a Marzo, ma il 10 Aprile 2020. Ecco i motivi

Se avevate fatto il cerchietto sul calendario intorno alla data 3 Marzo 2020 per l’uscita di Final Fantasy VII Remake, purtroppo ci tocca darvi una brutta notizia, dato che il gioco è stato appena ufficialmente rimandato di circa un mese.

Lo sviluppo del gioco si rivela ancora una volta piuttosto problematico, dato che dall’annuncio ufficiale ad oggi sono passati circa cinque anni, durante i quali i lavori sono stati addirittura azzerati e ricominciati da capo.

Nel corso dello scorso anno abbiamo finalmente cominciato a saperne di più su cosa c’è da aspettarsi, sulla natura episodica del videogioco, sulle ambientazioni, i cambiamenti principali riguardanti la telecamera ed il combat system e non solo (per approfondire, date un’occhiata alla nostra ultima anteprima di Final Fantasy VII Remake), e con la demo data in arrivo lo stesso giorno dell’uscita del gioco, sembrava davvero fossimo vicini al traguardo.

Poco fa, la doccia fredda: insomma, si tratta pur sempre soltanto di un mese, ma un nuovo rinvio di Final Fantasy VII Remake davvero non se lo augurava nessuno.

final fantasy vii remake rimandato

Ecco un messaggio da parte del team di sviluppo:

“Sappiamo che non vedete l’ora che esca Final Fantasy VII Remake e che state aspettando pazientemente di divertirvi con il gioco su cui stiamo lavorando. Per assicurarci di pubblicare il titolo che abbiamo in mente con la qualità che i nostri fan si meritano, abbiamo deciso di spostare la data d’uscita al 10 aprile 2020.  

Abbiamo preso questa difficile decisione per avere qualche settimana in più per perfezionare il gioco e potervi offrire la miglior esperienza possibile. Da parte di tutto il team, voglio scusarmi, perché significa che dovrete aspettare un po’ più a lungo per il gioco.

Grazie per la pazienza e il vostro immancabile sostegno.” – Yoshinori Kitase, produttore di Final Fantasy VII Remake.

 

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.