L’uscita della GTA Trilogy dà adito ad alcune domande sui cheat: vediamo insieme come funzionano, quali mancano e che impatto hanno sui trofei

I cheat generalmente sono una cosa decisamente poco ben vista nei videogiochi, soprattutto nel multiplayer competitivo, con le software house che le studiano tutte per limitare il fenomeno quanto più è possibile. Un’eccezione però è rappresentata, ovviamente, dal gioco single player offline, in cui l’utilizzo dei classici trucchetti può, anzi, rendere l’esperienza di gioco più divertente.

Uno dei casi più classici è quello di GTA: la serie di Rockstar Games ha da sempre incluso la possibilità di inserire alcuni cheat per aumentare o diminuire la difficoltà del gioco, o semplicemente per cazzeggiare un po’ in allegria. Alcuni avevano impatto sul clima, altri sulle munizioni, altri sull’efficacia della polizia, altri ancora facevano apparire armi o veicoli particolari e così via.

Con l’uscita della GTA Trilogy, molti giocatori si sono chiesti se Rockstar avesse mantenuto la possibilità di attivare tali codici. A rispondere è stato il produttore Rich Rosado in una recente intervista.

gta trilogy cheat

GTA Trilogy cheat: cosa ha detto il produttore Rich Rosado

Il produttore ha confermato che per motivi tecnici non tutti i codici originali sono stati inseriti nella remastered. La nuova versione dei giochi infatti, utilizza l’Unreal Engine, mentre i titoli originali sono stati realizzati utilizzando RenderWare, per cui il cambiamento di motore grafico ha reso difficile implementare tutti i cheat.

Rosado però non ha specificato quali cheat in particolare sono stati rimossi, né ha voluto dire quanti ce ne sono in totale, il che vuol dire che c’è anche la possibilità che Rockstar abbia aggiunto nuovi cheat. Questa è una cosa che andrà verificata nei prossimi giorni, quando inevitabilmente qualche folle passerà ore e ore a cercare di implementare nuovi codici, e potrebbe fare qualche interessante scoperta a riguardo.

Un nuovo cheat ad esempio è già stato scoperto, e sembra che ci sia la possibilità di far nevicare in tutti e tre i giochi, mentre uno che era presente nelle versioni originali e ora sembra essere sparito è quello per i veicoli invisibili. Se aveste intenzione di mettervi a caccia di cheat, fateci sapere quali trovate e quali invece vi mancano.

L’utilizzo dei codici genera però un’altra importante domanda: che impatto hanno i cheat nel guadagnare trofei e achievement?

GTA Trilogy: che impatto hanno i cheat nei confronti di trofei e achievement?

La risposta breve è che l’utilizzo dei cheat in alcuni casi blocca l’ottenimento di trofei e achievement. Se state cercando di ottenere il platino o semplicemente di guadagnare qualche trofeo extra insomma, dovete fare un po’ di attenzione: l’unico modo per essere sicuri di ottenere tutti i trofei senza problemi è quello di non utilizzare i cheat. Se un trofeo richiede particolari condizioni, e quelle condizioni vengono ricreate utilizzando i codici, l’achievement in questione potrebbe non essere sbloccato, stando a quanto si legge in giro.

Per i trofei ottenibili attraverso la storia del gioco la cosa diventa più difficile, ma per gli achievement slegati dalla trama e ottenibili giocando liberamente, prima di provare a ottenerli con i cheat, è consigliabile salvare il gioco e ripartire da lì qualora il trofeo non venisse sbloccato.

In ogni caso, quando inserirete un codice all’interno del gioco, vi apparirà un messaggio che vi avviserà che l’utilizzo dei cheat potrebbe influire sull’ottenimento dei trofei, per cui a quel punto valuterete voi se proseguire o meno.

Che ne pensate della remastered dell’arrivo della GTA Trilogy? State già scorrazzando per Vice City o riempiendo di tag i muri di Grove Street?

(Fonte: Game Rant, 2 )

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.