Ufficiale HBO Max negli USA, Netflix perde Friends e altri contenuti

Sembra che Netflix dovrà guardarsi da un altro agguerrito concorrente dopo Disney e il suo Disney+, ed il servizio di streaming di Apple, entrambi in arrivo prossimamente: si tratta di HBO Max, nuova piattaforma di WarnerMedia, appena ufficializzata dall’azienda.

Il servizio conterrà contenuti di proprietà di HBO come serie originali, e Warner Bros., tra cui anche le 10 stagioni di Friends, che ottiene in esclusiva e che dunque spariranno entro l’anno dal catalogo Netflix negli Stati Uniti.

È importante chiarire questa questione, perché per il momento si parla solamente del paese a stelle e strisce, visto che Netflix Italia ha da poco rinnovato i diritti proprio per Friends, e ottenuto da pochi giorni quelli per Willy il Principe di Bel-Air, e dunque entrambe le serie resteranno sul catalogo italiano del colosso dello streaming.

La situazione in ogni caso è in corso di sviluppo, visto che per il momento non sono chiare diverse cose, prima fra tutte il prezzo del servizio di HBO, la data d’uscita di quest’ultimo, e se HBO Max sarà disponibile anche in Italia e nel resto d’Europa, cosa attualmente non confermata.

HBO Max

Warner Media ha diffuso una lista dei contenuti che saranno presenti sulla piattaforma:

Contenuti esclusivi su licenza:

  • Friends
  • Willy il Principe di Bel-Air
  • Pretty Little Liars
  • GLi show di CW (Batwoman, Katy Keene, ecc.)

Serie originali:

  • Nuova serie young adult prodotta da Greg Berlanti
  • Due film dalla casa produttrice di Reese Witherspoon
  • Dune: The Sisterhood
  • Tokyo Vice
  • The Flight Attendant, nuova serie thriller con Kaley Cuoco
  • Love Life, comedy romantica con Anna Kendrick
  • Station Eleven
  • Made for Love
  • Serie animata sui Gremlins
  • Crime Farm, drama prodotto da Nicole Kidman

In più ci sarà la programmazione originale di HBO, tra cui The Outsider di Stephen King, Lovecraft Country, prodotta da J. J. Abrams e The Nevers, la nuova serie di Joss Whedon.

Tanta carne al fuoco, insomma. Che ne pensate?

(Fonte: Variety)

No more articles