L’autore di Ninja Gaiden e Dead or Alive si mette in proprio e fonda il suo studio di videogiochi: ecco Itagaki Games

L’autore di Ninja Gaiden e di Dead or Alive, il game director Tomonobu Itagaki, ha annunciato la fondazione del suo nuovo studio, chiamato Itagaki Games: si tratta di una notizia che di sicuro farà piacere ai tanti fan dell’autore e dei videogiochi in generale.

L’annuncio è stato fatto dallo stesso autore sulla propria pagina Facebook, nella quale ha condiviso anche alcuni stralci di una recente intervista che ha recentemente concesso a Bloomberg, spiegando di aver insegnato game development negli ultimi quattro anni, e che adesso ha intenzione di tornare a fare videogiochi, da cui la decisione di stabilire un’azienda in tal senso.

itagaki games

Itagaki non ha però rivelato molti altri dettagli a proposito del suo studio, se non il fatto di essere completamente staccato dai suoi precedenti datori di lavoro. L’autore in passato aveva anche intentato una causa contro il presidente di Tecmo, Yoshimi Yasuda, per via di alcuni bonus non pagati all’epoca di Ninja Gaiden 2 su Xbox 360, nel 2008.

Per quanto riguarda i Valhalla Game Studios, un altro studio co-fondato da Itagaki, sembra che anche questo sia un capitolo chiuso già dal 2017, quando fece un passo indietro per insegnare appunto alle nuove generazioni di autori di videogiochi.

Bloomberg, tra le varie cose, gli ha chiesto visti i suoi precedenti con Microsoft come reagirebbe qualora il colosso si facesse avanti per contattarlo nuovamente.

I suoi Ninja Gaiden infatti sono stati esclusiva Xbox, e la sua risposta è stata “Se dovessero contattarmi sarebbe un onore per me”, lasciando dunque la porta più che aperta a una nuova collaborazione con l’azienda di Redmond.

Per il momento dunque non ci resta che aspettare ulteriori notizie. Cosa ne pensate del nuovo studio Itagaki Games? Su cosa vorreste si concentrassero per il primo progetto?

(Fonte: Games Industry)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui