Effetto anime: aumento enorme di tiratura per il manga Jujutsu Kaisen

Che l’animazione sia uno dei mezzi con cui un manga può aumentare successo e tiratura è cosa nota: cosa che anche Jujutsu Kaisen sta provando sulla propria pelle. L’opera di Gege Akutami è stata trasposta a iniziare dallo scorso 3 Ottobre in formato anime, concludendo il suo percorso nel Marzo del 2021.

Pochi mesi in cui Jujutsu Kaisen – Sorcery Fight è divenuto noto al grande pubblico e si è affermato come uno degli anime più apprezzati del 2020-21. Cosa che, ovviamente, si è riflessa anche sulle vendite e sulle tirature del manga. Dagli 8.5 milioni di inizio ottobre le copie stampate sono passate a 55 Milioni. Numeri impressionanti, anche considerato “l’effetto anime” sul manga, ma che fanno ben capire quanto le avventure di Yuji Itadori si stiano affermando presso il grande pubblico.

Jujutsu Kaisen manga tiratura 00

Un tiratura stellare per il manga di Gege Akutami: cosa sappiamo di Jujutsu Kaisen?

Pubblicato per la prima volta nel Marzo 2018, l’opera racconta le peripezie di Yuji Itadori, un giovane che vive in un mondo dove i sentimenti negativi degli essere umani possono dare origini alle Maledizioni e fornire potere agli Stregoni. Yuji si ritrova a dover consumare un dito di Ryomen Sukuna, una Maledizione di alto rango, allo scopo di salvare i propri compagni di studio, cosa che tuttavia attirerà su di lui le attenzioni non proprio gradite degli Stregoni.

Come detto dalla serie manga è stata tratta, come spesso accade, una serie anime prodotta dallo studio MAPPA e disponibile su Crunchyroll. Per quanto concerne la distribuzione, in Italia il manga è stato distribuito da Panini Comics.

(fonte: ANN)

Se questo articolo ti interessa leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.