Leonardo DiCaprio e Lily Gladstone protagonisti della prima foto di Killers of the Flower Moon di Martin Scorsese

Iniziano a circolare le prime immagini di Killers of the Flower Moon, film di Martin Scorsese che vedrà protagonisti Leonardo DiCaprio e Lily Gladstone. Proprio i due attori sono al centro del primo scatto ufficiale della pellicola, diffuso in rete nelle scorse ore. Potete vedere l’immagine qui di seguito.

killers flower dicaprio scorsese

Il film è ambientato nell’Oklaoma degli Anni Venti e vede per protagonista Mollie Kyle, donna di etnia Osage che riesce a ottenere una ricca eredità. Sarà costretta a interagire con Ernest Burkhart, un allevatore che ha ottenuto con la forza e mezzi al limite della legalità i propri terreni.

Il film sarà ispirato al best-seller omonimo, scritto da David Grann. Si tratta del libro di saggistica più venduto degli ultimi anni su una serie di “incidenti”, avvelenamenti e sparatorie che uccisero membri della nazione indiana Osage negli anni Venti dello scorso secolo, la maggior parte dei quali beneficiava di una improvvisa ricchezza dopo la scoperta del petrolio all’interno della loro riserva dell’Oklahoma.

The Killers of the Flower Moon: chi vedremo nel film di Scorsese oltre a DiCaprio?

La pellicola di Scorsese potrà contare su un ricco cast di interpreti. Tra i vari nomi coinvolti spicca senza dubbio quello di Robert De Niro, nei panni dello zio di Ernest. Oltre a lui saranno presenti anche William Belleau, Louis Cancelmi, Tantoo Cardinal, JaNae Collins, Jillian Dion, Jason Isbell, Cara Jade Myers, Jesse Plemons, Scott Shepherd, Sturgill Simpson.

Al momento non è nota la data di uscita del film che, tuttavia, dovrebbe essere nel corso dell’anno corrente. Sarà ovviamente nostra cura aggiornarvi non appena avremo maggiori novità in merito a questa pellicola. Nel frattempo diteci che cosa ne pensate! Lasciateci un commento!

(fonti: Vanity Fair e Ansa)

Leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.