L’analista Michael Pachter commenta l’assenza di Sony dall’E3 2019

La scelta di Sony di non partecipare al prossimo E3 è giunta piuttosto inaspettata e ha scosso un po’ tutto il mondo dei videogiochi.

L’azienda ha dichiarato di voler esplorare nuovi metodi per coinvolgere la propria community, facendo dunque intendere di avere altri piani in mente.

L’analista Michael Pachter ha voluto dire la sua sull’argomento:

“È per via delle tempistiche dei nuovi giochi. Non hanno molte cose nuove da aggiungere a giugno. Credo sia un errore saltare lo show, probabilmente ci saranno lo stesso ma senza fare le cose in grande”.

Sony ha ancora diverse esclusive PlayStation 4 da mostrare tra cui Ghost of Tsushima, Dreams, Death Stranding e The Last of Us 2, e non è da escludere che decida di tenere un evento tutto suo magari post-E3.

C’è infatti già il precedente della presentazione di PS4 Pro, e viste le voci sempre più insistenti su PS5, il colosso giapponese potrebbe decidere di presentare il tutto in grande stile per conto suo.

Non ci resta che attendere qualche informazione più dettagliata.

(Fonte: GamingBolt)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.