È morto Marc Edward Wilmore, premio Emmy, sceneggiatore dei Simpson e di F is for Family

Lutto nel mondo dello spettacolo che dice addio a Marc Edward Wilmore, fratello del comico televisivo Larry e storico sceneggiatore dei Simpson negli anni Duemila, morto a causa di complicazioni legate al coronavirus.

La storia dell’ingresso di Wilmore ne I Simpson è piuttosto particolare: aveva partecipato a uno scherzo organizzato da alcuni degli autori della celebre serie animata, durante il quale ha finto di essere il sindaco di una cittadina americana denigrata in una battuta di un episodio dello show scritto da Matt Selman.

Dopo lo scherzo gli è stata prima offerta una parte durante un episodio nell’undicesima stagione, e dalla tredicesima è entrato a far parte del team creativo, lavorando come sceneggiatore fino al 2015.

A Wilmore si devono alcuni episodi memorabili, tra cui “Se mi ubriachi cancello i Simpson”, della diciannovesima stagione, per il quale ha vinto anche un Emmy nel 2008.

marc wilmore sceneggiatore simpson

L’autore ha lavorato come sceneggiatore anche nella serie animata creata da Bill Burr, F is for Family. A dare la triste notizia della sua scomparsa è stato il fratello su Twitter, e poco dopo sono seguiti alcuni omaggi dai suoi colleghi del team creativo dei Simpson, tra cui David Silverman.

 

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui