Chi guarda cosa su Netflix: ecco le statistiche delle visualizzazioni

Nel corso di una conferenza il CEO di Netflix Ted Sarandos ha condiviso alcune statistiche sulle visualizzazioni della piattaforma di streaming e dei suoi prodotti. Può sembrare poca cosa, ma la novità è consistente: da sempre la società ha tenuto riservati questo genere di dati. Una scelta in netta controtendenza rispetto al passato, che fornisce agli utenti alcuni dati molto interessanti sui prodotti di punta della compagnia di Reed Hastings.

Saradons, nello specifico, ha condiviso due diverse slide, riguardanti due aspetti cruciali per la piattaforma. La prima è quanti utenti abbiano visto almeno due minuti di un prodotto nelle prime quattro settimane in cui questi sono stati disponibili. Dato che vede trionfare tra le serie Bridgerton, seguita da Lupin e The Witcher; tra i film assistiamo invece a una netta vittoria di Extraction, inseguito da Bird Box e Spencer Confidential.

netflix statistiche visualizzazioni

Ore complessive di visualizzazione: le statistiche di Netflix

Una seconda slide condivida da Sarandos mostra invece un altro tipo di statistica, ovvero quante ore totali delle serie e dei film Netflix sono stati visti nei primi ventotto giorni di disponibilità sul catalogo. Questo genere di dato consente di vedere quante serie siano state iniziate e successivamente non continuate dagli utenti della piattaforma di streaming.

Curiosamente troviamo sempre Bridgerton in testa tra le varie serie originali Netflix, seguita da La Casa di Carta e dalla terza stagione di Stranger Things. Per quanto concerne i film vediamo affermarsi Bird Box, che si scambia la posizione con Extraction, mentre al terzo posto di questa particolare classifica troviamo The Irishman, di Martin Scorsese.

netflix statistiche visualizzazioni

Non ci resta che lasciare a voi lettori la parola. Cosa ne pensate di questi dati? Lasciateci un commento e partecipate con noi alla discussione relativa a queste classifiche!

(fonte: TheVerge)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.