Brilliant Diamond e Shining Pearl sono i nomi dei remake Pokémon di Quarta Generazione

Finalmente, dopo anni di voci, la quarta generazione Pokémon ha finalmente i suoi remake: Brilliant Diamond e Shining Pearl. I giocatori potranno quindi fare il proprio ritorno a Sinnoh in questa nuova coppia di giochi per Nintendo Switch, che uscirà per la fine del 2021.

A prima vista i remake cercheranno di riproporre nella maniera più fedele possibile i giochi del 2006, dando loro una nuova veste grafica. Difficile dire se ci saranno o meno altre novità di gameplay al momento. Qui di seguito potete vedere il trailer, caricato sul canale YouTube ufficiale di Pokémon.

I giochi usciranno quest’anno, probabilmente nella finestra autunnale. I titoli, così come si presentano, mostrano di essere delle versioni attuali dei giochi, che ci riproporranno quindi le dinamiche dei sentieri e dell’erba alta, così come è stato per il franchise fino alla scorsa generazione.

Il titolo si mostra comunque con una veste grafica accattivante, che sembra davvero in grado di portare Diamante e Perla in una nuova era di intrattenimento videoludico.

Pokemon brilliant Diamond shining Pearl

Il ritorno a Sinnoh ci permetterà di rivedere alcuni dei Pokémon più amati della quarta generazione. Oltre ai leggendari Dialga e Palkia, potremo vedere anche il trilo di Starter composto da Turtwig, Chimchar e Piplup. Al momento non sembra che il titolo possa apportare grossi cambiamenti alla trama del gioco del 2006, ma ovviamente è presto per dirlo dopo il primo trailer.

Giunti a questo punto non resta che lasciare la parola a voi lettori come di consueto. Che cosa ne pensate di Pokémon Brilliant Diamond e Shining Pearl, remake della Quarta Generazione? Siete felici di fare il vostro ritorno nella regione di Sinnoh? Ditecelo lasciandoci un commento e partecipate insieme a noi alla discussione su questa nuova coppia di giochi Pokémon.

Leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.