Annunciata l’uscita di Pokémon UNITE a Luglio sui dispositivi Nintendo Switch e a Settembre via Mobile

Si è tenuto oggi un nuovo Pokémon Direct, durante il quale è stano annunciato che Pokémon UNITE arriverà a Luglio su Nintendo Switch e a Settembre su dispositivi mobile per Android e iOs. Il nuovo MOBA dei mostriciattoli di Satoshi Tajiri, già da tempo annunciato, si è mostrato in un nuovo video, che potete vedere qui di seguito. Il filmato è stato caricato sul canale YouTube ufficiale di Pokémon Italia. Diteci che cosa ne pensate lasciandoci un commento!

Per quanto riguarda la lingua di gioco sappiamo solo che in un primo momento il titolo non sarà disponibile in Italiano. Successivamente è tuttavia probabile che questo aspetto verrà corretto e che anche nel Belpaese sarà presente una versione localizzata.

Cosa sappiamo di Pokémon UNITE, il gioco in arrivo su Switch a Luglio?

“Allenatori, è il momento di unire le forze: Pokémon UNITE sarà disponibile per Nintendo Switch a partire da luglio e per dispositivi mobili da settembre!”

Stando alle descrizioni fin qui trapelate Pokémon UNITE sarà un gioco multiplayer online battle Arena. Il titolo si comporrà di match tra due team di cinque giocatori. La mappa sarà divisa in due metà, ognuna delle quali avrà più checkpoint. Scopo dei giocatori sarà ottenere punti per la propria squadra sconfiggendo i Pokémon selvatici in prossimità degli obiettivi. Ogni partita avrà un tempo limitato, al termine del quale la squadra che avrà ottenuto il punteggio più alto otterrà la vittoria.

pokemon unite luglio

I giocatori inizieranno la partita controllando Pokémon base, che potranno aumentare il loro livello, evolversi e ottenere l’accesso a nuove mosse vincendo le battaglie. Non sarà presente il rapporto di forza e debolezza tra i diversi Tipi, ma ogni Pokémon potrà comunque ottenere mosse speciali, uniche per ogni specie.

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.