Utenti organizzano traffico di account utilizzati per ottenere illegalmente i giochi della PS Plus Collection e Sony procede con i ban

La ricca offerta di titoli presenti nella PS Plus Collection, ha causato una compravendita illegale di account che Sony ha provveduto a punire con ban anche permanenti.

Ma andiamo con ordine.

Come saprete, l’avvento della lungamente attesa PlayStation 5 ha portato con sé anche tutti i titoli presenti nella PS Plus Collection, una selezione di giochi appartenenti alla “vecchia” generazione, riscattabili gratuitamente e giocabili sia su PS5 che su PS4.

Ed è proprio quest’ultima caratteristica ad aver portato alla suddetta compravendita di account. Sebbene il servizio sia disponibile solo per i possessori di PS5, loggando su una Ps4 con il proprio account associato alla console next gen, si possono scaricare gratuitamente tutti i giochi presenti nella collection, che, come abbiamo detto, possono esser giocati su entrambe le console.

PS Plus Collection ban

Era solo questione di tempo prima che qualcuno trovasse un modo per sfruttare illegalmente la feature e infatti così è accaduto. Un utente della Malaysia, possessore di PS5, ha infatti organizzato un vero e proprio traffico di account: per la modica cifra di $8 si offriva di caricare l’intera libreria di giochi della PS Plus Collection sugli account dei clienti interessati.

Stando alle informazioni riportate, gli account coinvolti nella compravendita solo all’incirca una cinquantina e Sony, notando movimenti sospetti, è probabilmente riuscita a limitare i danni procedendo a una massiccia ondata di ban.

L’account del rivenditore è stato sospeso in maniera permanente, mentre ai clienti è stato dato un ban di soli due mesi.

Vi ricordiamo che, a oggi, la PS Plus Collection include venti titoli che hanno lasciato il proprio segno nella scorsa generazione. Tra questi titoli come God of War, Persona 5, Monster Hunter: World, Resident Evil 7: BiohazardBloodborne e molti altri.

Fonte: PushSquare

No more articles