Scorsese si dà al western: Killers of the Flower Moon sarà il suo nuovo film, con Leonardo DiCaprio e Robert De Niro

Martin Scorsese ha dato un aggiornamento sul suo prossimo progetto, che sarà un film western chiamato Killers of the Flower Moon, e che vedrà la partecipazione di due degli attori che col regista hanno ormai un lungo sodalizio, come Leonardo DiCaprio e Robert De Niro.

Il film sarà basato sull’omonimo libro di David Grann, e sarà il primo film per il regista dopo il grande successo di The Irishman su Netflix, che ha conquistato ben 10 nomination agli Oscar quest’anno.

“Crediamo sia un Western. È ambientato nel 1921-1922 in Oklahome. Ci sono sicuramente dei cowboy, ma anche macchine e cavalli. Il film parla della tribù degli Osage, dei nativi americani che avevano un territorio orribile, che loro amavano perché si dicevano che i colonizzatori non ne sarebbero mai stati interessati. Poi si è scoperto il petrolio lì, e per circa dieci anni, gli Osage sono diventati le persone più ricche del mondo, finché non sono arrivati gli europei e tutto è stato perduto, arrivando a un punto tale che era più probabile che uno andasse in prigione per aver ucciso un cane, che non per aver ucciso un indiano”, ha detto Scorsese parlando del film.

scorsese western

Il regista ha poi continuato: “È interessante pensare alla mentalità che ci ha condutto a questo. La storia della civilizzazione inizia dai tempi della Mesopotamia. Gli Ittiti sono stati invasi da un altro popolo, sono scomparsi, e poi si è detto che fossero stati assimilati, o assorbiti. È affascinante vedere questo tipo di mentalità che si è riprodotta in altre culture, attraverso due guerre mondiali. E che quindi è senza tempo, credo. Questo è il tipo di film che vogliamo provare a fare”.

Killers of the Flower Moon sarà prodotto dalla Paramount, che ha riportato Scorsese in uno dei maggiori studi di Hollywood dopo aver lavorato su Netflix per The Irishman. La produzione inizierà quest’estate, per una release che dovrebbe avvenire nel 2021.

Vi interessa il nuovo western di Scorsese?

(Fonte: Indiewire)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.