La terza stagione di Sex Education partirà dopo un piccolo salto in avanti nel tempo rispetto alla seconda

Se state bramando la terza stagione di Sex Education per vedere il prosieguo del cliffhanger tra Otis e Maeve con cui si è conclusa la seconda, potreste rimanere un minimo delusi, nel senso che il problema non sarà affrontato subito, ma ci sarà un salto temporale in avanti.

Ne ha parlato Asa Butterfield, che nello show interpreta Otis, durante una recente intervista concessa al The Guardian. Stando all’attore, il suo personaggio pure andrà incontro a dei cambiamenti, che lo renderanno un minimo più sicuro di sé, senza però stravolgerne la goffagine che abbiamo imparato a conoscere nelle due stagioni andate in onda.

“Ci sarà un piccolo salto in avanti rispetto al cliffhanger della stagione due. Otis è tornato a scuola, ma ha tante cose a cui pensare. È maturato un po’ ed è anche diventato un po’ più impertinente, ed è stato divertente interpretare questo carisma ritrovato. Non vi preoccupate però, è ancora tragicamente imbranato.”

sex education terza stagione

Insomma, lo show riprenderà con un piccolo salto in avanti. Nella terza stagione ritroveremo il cast originale, composto da Emma Mackey, Ncuti Gatwa, Gillian Anderson, Connor Swindells, Kedar Williams-Stirling, Aimee Lou Wood, e Patricia Allison, oltre che ovviamente Asa Butterfield.

Le new entry della stagione 3 sono Jemima Kirke (Girls) e Jason Isaacs (Harry Potter). La terza stagione di Sex Education avrebbe dovuto arrivare su Netflix proprio questo mese, ma purtroppo la produzione e le riprese sono state rimandate per via del coronavirus.

Lo show avrebbe dovuto essere filmato ad Aprile, ma le riprese sono slittate a Settembre 2020, per cui ancora non è chiaro quando potrà effettivamente la serie entrare a far parte del catalogo Netflix, che infatti non ha diffuso una data d’uscita ufficiale.

Se volete approfondire, sul nostro sito trovate le nostre impressioni sulla seconda stagione di Sex Education. Cosa vi aspettate dai nuovi episodi?

(Fonte: Screen Rant)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui