Il Giappone prolunga lo stato di emergenza per via del coronavirus: rimandata l’apertura di Super Nintendo World

Poco meno di un mese fa, Nintendo aveva presentato con un video che vedeva la presenza di Shigeru Miyamoto, Super Nintendo World, il proprio parco giochi a tema dedicato ai personaggi dei videogiochi delle saghe della Grande N, che avrebbe dovuto aprire a Osaka il 4 Febbraio, ma la cui apertura purtroppo è stata rimandata.

Com’era prevedibile, dato che proprio la zona di Osaka è una delle più colpite dall’emergenza coronavirus, il governo giapponese ha deciso di prolungare lo stato di emergenza, dato che i numeri del contagio non accennano a calare.

Non dimentichiamoci infatti che in Giappone quest’anno sono previsti i Giochi Olimpici che erano già stati rimandati lo scorso anno, e che sono di vitale importanza per l’economia del paese, e dunque gli sforzi del governo saranno atti a tutelare la possibilità di svolgimento della manifestazione.

super nintendo world rimandata apertura

Proprio per questo si è deciso di non rischiare, e lo stato di emergenza da Tokyo è stato esteso a Osata, Kyoto, Hyogo, Fukuoka, Aichi, Gifu e Tochigi, ed ora copre circa il 55% della popolazione giapponese, che sarà soggetta a limitazioni che purtroppo abbiamo ben imparato a conoscere.

Per il momento il nuovo stato d’emergenza è previsto fino al 7 Febbraio, poi ovviamente bisognerà fare un bilancio e vedere se prolungarlo o meno a seconda di come saranno i numeri. L’apertura di Super Nintendo World era prevista per il 4 Febbraio, come detto, per cui di sicuro per allora non sarà possibile inaugurarlo. Vedremo quale sarà la data scelta per il futuro.

Il Giappone attualmente conta poco meno di 3o0mila casi di coronavirus per 4192 morti.

(Fonte: Reuters)

No more articles