CD Projekt RED ha annunciato di aver rimandato al 2022 le versioni next gen di The Witcher 3 e Cyberpunk 2077: i motivi in un tweet

Brutte notizie per i fan di CD Projekt RED: per The Witcher 3 e Cyberpunk 2077 se ne riparla nel 2022. La stessa software house polacca ha diffuso un comunicato stampa tramite Twitter e i canali social ufficiali dell’azienda, confermando dunque le indiscrezioni di poche settimane fa.

Era stato infatti Michal Nowakowski, responsabile delle pubblicazioni dell’azienda, a diffondere preoccupazione tra i fan, paventando la possibilità di un rinvio della produzione next gen di CD Projekt RED al 2022, rinvio che è stato ufficializzato proprio poco fa, come dicevamo, con il seguente messaggio.

CD Projekt RED rimanda le versioni next gen di The Witcher 3 e Cyberpunk 2077 al 2022: il comunicato

“Abbiamo un importante aggiornamento riguardo gli aggiornamenti next gen di Cyberpunk 2077 e The Witcher 3: Wild Hunt per console e PC. Basandoci sulle raccomandazioni offerte dai team che supervisionano lo sviluppo di entrambi i giochi, abbiamo deciso di posticipare la loro uscita al 2022. Il nostro obiettivo per Cyberpunk 2077 è il primo trimestre del 2022, e per The Witcher 3: Wild Hunt il secondo trimestre del 2022. Ci scusiamo per la prolungata attesa, ma non vogliamo commettere errori”.

cyberpunk witcher next gen

Il terremoto successo con la prima release di Cyberpunk 2077 evidentemente è servito a CD Projekt RED, che vuole assolutamente evitare di ripetere un lancio disastroso come quello, per cui se da una parte è sicuramente frustrante dover aspettare altro tempo per quelle che alla fine sono delle versioni di giochi già uscite e che cominciano ad essere anche un po’ datate (The Witcher 3 è uscito nel 2015), è sicuramente meglio un po’ di attesa rispetto a un lancio pieno di bug.

Voi che ne pensate della situazione?

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.