WandaVision sarà collegato a Doctor Strange 2 e Spider-Man 3: nuove conferme del Multiverso?

Nel corso di una serie di intervista lo showrunner di WandaVision ha confermato il legame tra la serie e gli altri prodotti del MCU.

Jac Shaffer ha infatti rivelato come la nuova serie, attualmente in onda su Disney Plus, sia a tutti gli effetti collegata con le altre produzioni del Marvel Cinematic Universe. Un nuovo indizio dell’ingresso del concetto di Multiverso nei film Marvel, che presto diverrà palese con Doctor Strange: in the Multiverse of Madness, e che dovrebbe avere alcune implicazioni anche all’interno del terzo film di Spider-Man.

“C’è un collegamento ed è tutto supervisionato dalla Marvel, da Kevin Feige e dagli altri fenomenali produttori”, ha detto Schaeffer ai microfoni di Comic Book. “Certo, non posso parlare dei dettagli, ma ogni creativo in ogni show sa cosa deve conoscere per assicurarsi che tutto sia connesso in un modo che funzioni”.

wandavision MCU

La conferma è dunque arrivata: WandaVision sarà strettamente collegato con gli altri due prodotti attesi per l’inizio della Fase 4 del MCU. Questo vuol dire che lo show sta già introducendo il Multiverso? In effetti, quello che abbiamo visto fin qui, ci appare come una distorsione della realtà. Se avete seguito i primi quattro episodi saprete anche da cosa sia causata, un riferimento diretto ai fumetti Marvel e alla saga di House of M.

Ma, per averne certezza assoluta, dovremo attendere il prossimo episodio. Il cast ci ha promesso una grande colpo di scena per la quinta puntata e chissà che non ci venga proposto un cameo o l’ingresso di un personaggio capace di confermare le nostre supposizioni.

WandaVision nel frattempo prosegue con un episodio alla settimana. Nel frattempo, se volete leggere la nostra recensione dello show di Disney Plus, potete farlo cliccando sul seguente link.

(fonte: ComicBook)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.