Dopo aver interpretato per anni il Capitano Kirk, William Shatner è andato davvero nello Spazio, e ha raccontato la sua esperienza

William Shatner, che ha interpretato il Capitano Kirk nella serie originale rivoluzionaria di Star Trek negli anni ’60, alla fine è andato per davvero nello spazio. L’attore novantenne è stato ospite di Jeff Bezos e Blue Origin, insieme al vice presidente di quest’utlima, Audrey Powers, ed altri due viaggiatori paganti, che hanno speso una cifra pari a 250.000 dollari ciascuno per il volo. Lo stesso Jeff Bezos ha supervisionato il lancio e il ritorno, ma non è partito insieme alla spedizione.

william shatner spazio

Shatner al ritorno ha descritto in breve la sua esperienza, visibilmente emozionato.

Le parole di William Shatner al ritorno dal viaggio nello Spazio: ecco il tweet e il video

“È stato incredibile. Tutti dovrebbero vedere uno spettacolo del genere. Spero di non riprendermi mai da questo, vorrei mantenere quello che sento adesso. Non voglio perderlo”.

Il viaggio di Shatner là dove nessun uomo è mai giunto prima“, o quasi, è durato solo dieci minuti, dal lancio all’atterraggio, ma ha portato l’equipaggio a oltre 65mila miglia sopra la superficie terrestre. Il tempo necessario per godersi la spettacolare vista dello Spazio e provare un po’ di gravità zero. L’attore ha stabilito peraltro anche un record: è la persona più anziana che sia mai andata nello Spazio, all’età di 90 anni.

Niente male davvero, Capitano Kirk.

Il franchise di Star Trek, del quale Shatner è stato un pilastro fin dall’inizio, conta un totale di 13 film e 10 serie TV, cifre che sono destinate ad aumentare. Il coinvolgimento dell’attore nel franchise è terminato nel 2006.

(Fonte: Collider)

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.