Inizia per la prima volta a rallentare la crescita di Disney Plus, ma la piattaforma ha comunque superato i 100 milioni di abbonati

I numeri di Disney Plus sono sempre stati oltre le più rosee aspettative per il colosso dell’intrattenimento, che complice anche il lockdown e una serie di colpi ben piazzati, è riuscita a far crescere la propria platea di abbonati in maniera vertiginosa: in queste ultime settimane però si registrano i primi segni di rallentamento della crescita, ma la piattaforma ha comunque superato i 100 milioni di abbonati.

Lo ha annunciato la stessa Disney in occasione di un incontro con gli azionisti, rivelando che gli abbonati in tutto il mondo ora sono 103.6 milioni, ma che la cifra è leggermente inferiore rispetto a quella prevista dagli analisti. Con il lancio di The Falcon and the Winter Soldier ci si aspettava una crescita analoga a quella vista con Wandavision, ed era stato previsto il raggiungimento di 109 milioni di abbonati.

disney plus 100 milioni abbonati

Le aspettative non sono state soddisfatte, e le azioni in borsa ne hanno risentito, perdendo circa il 4%. Va detto comunque che i numeri di Disney Plus sono assolutamente positivi, e anche l’aver superato i 100 milioni di abbonati è un traguardo incredibile se si pensa che all’inizio il colosso aveva ipotizzato di raggiungere tale cifra nei primi cinque anni.

Le previsioni adesso sono state riviste al rialzo, e l’obiettivo è quello di arrivare tra i 230 e i 260 milioni di abbonati entro il 2024. Ricordiamo anche che dopo solo un anno dal lancio, Disney Plus ha sì aggiunto il catalogo di Star più “adulto” e maturo, ma ha anche aumentato i prezzi degli abbonamenti, per cui anche le stime degli utili della piattaforma dovranno essere rimodulate. Sperando che i prezzi più elevati delle sottoscrizioni alla piattaforma servano a coprire le enormi perdite dovute alla chiusura forzata dei parchi a tema.

(Fonte: Deadline)

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.