Clamorosi cambiamenti in casa Konami la storica serie calcistica nota come PES (o Winning Eleven in Giappone) si chiamerà eFootball e sarà free to play

Addio PES: la storica simulazione calcistica di casa Konami cambia, e cambia in maniera assolutamente radicale. Non si chiamerà più Pro Evolution Soccer, appunto (o Winning Eleven, come era nota in Giappone), ma eFootball, e sarà distribuita esclusivamente in digitale e secondo il modello free to play.

Lo ha annunciato la stessa software house giapponese, che oggi ha condiviso il trailer d’annuncio, spiegando poi le varie novità del gioco in un comunicato stampa. Maggiori informazioni arriveranno poi alla fine di Agosto, probabilmente durante la Gamescom.

eFootball: ecco il trailer d’annuncio del rivoluzionario nuovo PES

Scrive Konami: “eFootball sarà disponibile questo autunno in tutto il mondo su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X|S, Xbox One, Windows 10 e PC Steam, le versioni iOS e Android saranno rilasciate subito dopo. Una nuova brand identity per una nuova generazione di console e giocatori, eFootball rappresenta un nuovo approccio per il franchise di lunga data precedentemente noto come Pro Evolution Soccer e Winning Eleven.”

“Partendo dalle solide fondamenta dell’Unreal Engine, che ci ha permesso di ricreare e migliorare sensibilmente le espressioni dei giocatori, abbiamo apportato numerose modifiche per creare un nuovo motore grafico calcistico che sosterrà eFootball negli anni a venire”, commenta Seitaro Kimura, Konami Digital Entertainment Producer della serie eFootball. “Grazie alla potenza offerta dalle console di nuova generazione e al lavoro svolto a stretto contatto con calciatori d’élite, eFootball offre il gameplay più intenso e realistico che abbiamo mai realizzato. Mostreremo il gameplay nel dettaglio il prossimo mese, quindi rimanete sintonizzati”.

Insomma, nuovo motore grafico e la solita mole di nuove animazioni ed elementi visivi di contorno migliorati, ma ovviamente ciò che più colpisce è il cuore del gioco, che è stato profondamente cambiato. Come anticipato, eFootball sarà free to play, ed aggiungerà nuovi contenuti e modalità di gioco dopo il lancio in autunno.

Trattandosi di un titolo digital-only, KONAMI aggiungerà regolarmente nuovi contenuti e modalità di gioco dopo il lancio in autunno. Le partite in locale con FC Barcelona, Juventus, FC Bayern, Manchester United e altri club saranno disponibili gratuitamente al lancio. In futuro, alcune modalità di gioco saranno acquistabili come DLC opzionali.

efootball

Non è stata dunque esplicitamente menzionata la Master League, una delle modalità storiche del gioco, ma potrebbe essere questo anche il suo caso, ossia diventare una modalità aggiuntiva da acquistare separatamente con un DLC. O ancora, potrebbe trattarsi della modalità Team Building menzionata, ma ancora non spiegata nei dettagli. Staremo a vedere.

Per garantire una Comunicazione aperta e trasparente, KONAMI ha pubblicato la prima roadmap di eFootball, presentando i primi dettagli sui contenuti al lancio e su ciò che sarà aggiunto nei mesi successivi. 

Inizio autunno:

  • Esperienza di gioco rivoluzionata supportat dall’Unreal Engine
  • Matchmaking cross-generation (PlayStation 5 vs. PlayStation 4, Xbox Series X|S vs. Xbox One, ecc.)
  • Match in locale con FC Barcelona, Juventus, FC Bayern, Manchester United e altri club

Autunno:

  • Matchmaking cross-platform tra console e PC (PlayStation 5 vs. Xbox Series X|S, PlayStation5 vs. PC Steam, ecc)
  • Modalità Team Building (Nome da confermare) disponibile – costruite il vostro team acquistando giocatori
  • Campionati Online (Nome da confermare) disponibile – scendete in campo con la vostra squadra per competere a livello mondiale
  • Sistema Match Pass – guadagnate oggetti e giocatori giocando a eFootball 

Inverno:

  • Aggiunta del supporto ai controller per dispositivi Mobile
  • Matchmaking cross-platform completo tra tutte le piattaforme disponibili, inclusi dispositivi mobile quando utilizzati con un controller compatibile.
  • Inizio tornei eSport professionali e amatoriali

Cosa ve ne pare di questi grandi cambiamenti per PES… pardon, eFootball?

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.