I numeri di HBO Max sono in continua crescita: la piattaforma streaming ha guadagnato quasi dieci milioni di abbonati dal mese di Settembre

Dopo un avvio un po’ stentato sono finalmente divenuti molto positivi i numeri di HBO Max, che specialmente nelle ultime settimane del 2020 sembra aver fatto incetta di nuovi abbonati, che ora sono in continua crescita stando ai dati condivisi da WarnerMedia e AT&T.

HBO Max ha adesso un totale di 37.7 milioni di abbonati, circa dieci milioni in pià rispetto ai numeri dichiarati dall’azienda alla fine di Settembre. Inoltre, HBO ed HBO Max combinati hanno un totale di 41.5 milioni di sottoscrizioni attive.

Per capire l’importanza di questi numeri, basti sapere che l’obiettivo dichiarato di WarnerMedia era quello di raggiungere i 50 milioni di abbonati negli Stati Uniti entro i primi cinque anni. Obiettivo che dunque con tutta probabilità sarà raggiungibile con largo anticipo.

hbo max continua crescita

Come dicevamo, non è che la piattaforma streaming di Warner fosse partita benissimo. All’inizio aveva molto risentito della confusione nel branding (erano ancora attive HBO Now ed HBO Go) e della mancata compatibilità con piattaforme streaming importanti come Roku e Amazon Fire. Nel primo mese gli abbonati di HBO Max erano poco più di quattro milioni, a fronte dei 26 milioni raggiunti da Disney Plus nello stesso tempo.

Una volta risolti entrambi i problemi, e aggiunti al catalogo alcuni prodotti importanti, i dati sono cominciati a diventare positivi. Molto ha fatto in tal senso l’inclusione di Wonder Woman 1984 il giorno di Natale, e l’annuncio di Warner di distribuire tutti i propri film del 2021 in contemporanea anche su HBO Max.

Inoltre l’arrivo di serie TV come The Undoing e The Flight Attendant, l’attesa della Snyder Cut di Justice League e di show come il revival di Sex and the City o l’espansione dell’universo di Game of Thrones, hanno sicuramente contribuito a ribaltare la situazione, ed ora HBO Max può essere considerato un rivale decisamente più serio per i colossi dello streaming, in attesa del suo arrivo in Europa.

(Fonte: THR)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui