I migliori personaggi dei film di Tarantino – “Se non riesco a far parlare i personaggi, allora rinuncio”

Il cinema di Tarantino vive dei suoi personaggi, ed il pubblico ne è stregato.
Da Le Iene fino alla sua penultima fatica, The Hateful Eight, attendendo C’era una volta a Hollywood il regista del Tennessee ci ha viziato per bene, regalandoci sempre grandi protagonisti, abbinati a gregari eccentrici e particolarissimi, il tutto affidandosi ad attori di alto livello e soprattutto indovinando le scelte in ogni circostanza.

Per omaggiare questo suo talento, abbiamo voluto stilare una classifica dei migliori personaggi dei film di Quentin Tarantino, quelli scritti meglio, più importanti, o che abbiamo amato di più.
Stilare una top 10 ha significato stavolta dar vita ad una scrematura difficilissima e sofferta, con esclusioni di lusso, alcune delle quali potranno far discutere, ma il bello delle classifiche è anche la soggettività.

Buon viaggio all’interno della nostra selezione, però mi raccomando la cintura di sicurezza, a meno che non abbiate una Chevy II.

Fuori classifica: Louis Gara/Robert De Niro (Jackie Brown)

Sì, sappiamo che avevamo detto dieci personaggi, tuttavia siamo fatti di passione e sentimenti, e come potevamo non fare nemmeno un accenno a Louis Gara, se nella nostra mente è sempre vivido l’incredibile attimo di follia fuori il centro commerciale in Jackie Brown?
Fatti gli omaggi a Robert De Niro, ora cominciamo davvero.

fhd997JKB_Robert_De_Niro_005

10) Mr Pink/Steve Buscemi (Le Iene)

Le Iene è stato una vera e propria fucina di personaggi; oro colato per la nostra classifica. Tra i rapinatori di Los Angeles uno dei più singolari è senz’altro il Mr. Pink di Steve Buscemi. Il più isterico ma anche il più lucido della gang, alterna sapientemente i suoi comportamenti in un coerente gioco di emozioni.
Il momento della scelta dei nomi, i dialoghi con le altre Iene e la sua teoria sulla mancia sono delle scene che lo spettatore non potrà dimenticare facilmente.

migliori personaggi film tarantino

9) Calvin J. Candie/Leonardo DiCaprio (Django)

Colpevolmente escluso persino dalle nomination degli Oscar 2013, qui DiCaprio è alle prese con un’insolita performance da attore non protagonista, divertendosi con il suo ruolo da villain. La follia, la verve, il fatto che abbia spaccato realmente un bicchiere sul set, continuando a recitare con la mano insanguinata, fanno di Calvin Candie un personaggio doc dell’universo tarantiniano.

8) Orso Ebreo/Eli Roth (Bastardi senza gloria)

Un ruolo marginale per un artista straordinario, che si esibisce in un’interpretazione memorabile.
L’Orso Ebreo dei Bastardi senza gloria è un personaggio che nasce con la genetica del vincente, ritagliandosi uno spazio speciale nella nostra classifica grazie ad una scena che è già storia, tra l’umoristico e lo splatter.
Qui Eli Roth riesce a far sorridere e stupire gli spettatori, persino i fan abituati a tutto.

migliori personaggi film tarantino

7) Shosanna/Mélanie Laurent (Bastardi senza gloria)

Tra i migliori personaggi dei film di Tarantino c’è sicuramente Shosanna Dreyfus, interpretata da una fantastica Mélanie Laurent in Bastardi senza gloria. Dopo aver assistito al massacro della sua famiglia da parte dei nazisti per ordine del colonnello Hans Landa, si trasferisce a Parigi dove finisce per gestire un cinema indipendente, nevralgico per gli sviluppi del masterpiece tarantiniano.

Senza dubbio si tratta di uno dei personaggi meglio riusciti nei film del maestro Quentin, poiché dietro il volto angelico della ragazza si cela l’emblema della vendetta, messa in atto attraverso un piano incredibile che lascia il pubblico sbalordito.

migliori personaggi film tarantino

6) Vincent Vega/John Travolta (Pulp Fiction)

L’uomo meme è prima di tutto uno personaggi meglio creati da Tarantino.
I suoi dialoghi con Jules Winnfield incantano per assurdità e squilibrio, ed è ammirevole il modo in cui John Travolta riesce a prostrarsi di fronte a quel trionfo di metanarrazione quale è Pulp Fiction, teatro di continue digressioni e di allontanamento dalla storia, mantenendo comunque un ruolo chiave in un mondo in cui il protagonista vero è il racconto, in tutte le sale scelte dallo chef Quentin. L’ascendente di Vince sul pubblico prescinde da tutto questo, e non possiamo che fargliene un merito.

John Travolta Pulp Fiction

5) Mr. Blonde/Michael Madsen (Le Iene)

Chissà che non abbia fatto rabbrividire persino Mister Blue, o che invece non sia stato proprio il nostro Eddie Bunker a dar lezioni di malavita a Michael Madson per un’interpretazione il più verosimile possibile.
Scherzi a parte, l’affascinante ferocia di Mr. Blonde è uno dei punti di forza de Le Iene, e Tarantino se ne innamora talmente da volerlo a tutti i costi per altri ruoli folli nelle sue successive pellicole.

reservoir-dogs-06

4) Stuntman Mike/Kurt Russell (Grindhouse – A prova di morte)

Può un solo personaggio portare sulle proprie spalle un film?
Sì. L’automobile corazzata di Stuntman Mike è abbastanza resistente da attutire gli attacchi della monotonia e la responsabilità finisce volutamente su chi l’ha costruita: il suo pilota Kurt Russell.

Action, splatter e follia, come da canovaccio, il tutto incarnato in due ore di Stuntman Mike assolutamente sugli scudi. Impossibile non rimanerne stregati.

migliori personaggi film tarantino

3) Jules Winnfield/Samuel L Jackson (Pulp Fiction)

Le citazioni di Jules Winnfield ormai parlano per lui. Le troviamo ovunque, insieme alle immagini e i meme di Samuel L. Jackson con un look che fa sorridere ed inquieta.
Non parliamo soltanto della caratura dell’attore, ma di un’interpretazione grandiosa e sopra le righe, che trascina con sé il film, con tutto il carisma di quel Winnfield, personaggio grottesco e crudele, che rimane una delle creazioni più pulp del regista, e non può non rimanere impresso nelle nostre menti.

pulp

2) Hans Landa/Christoph Waltz (Bastardi senza gloria)

La più bella scoperta di Quentin Tarantino. Il regista gli cuce addosso un ruolo per cui l’attore austriaco sembra nato, e Christoph Waltz lo ripaga con una performance esaltante, a tratti emozionante, con il colonnello Hans Landa in Bastardi senza gloria.
Anche l’Academy ne rimane stupida e gli consegna la statuetta per il migliore attore non protagonista, ripetendosi tre anni dopo sempre nella stessa categoria grazie al suo Dott. Schultz in Django. A dire il vero, stavolta non mancheranno critiche negative per la scarsa differenziazione tra i due personaggi, ma in fondo non possiamo fargliene una colpa, visto che c’è chi ad Hollywood si è costruito una carriera con la ripetitività.

inglourious_basterds_8

1) La Sposa/Uma Thurman (Kill Bill)

Il fascino della pazzia, il potere della vendetta, il tutto dentro un unico ammaliante personaggio interpretato con l’intensità della corrente da Uma Thurman, la musa di Quentin.
È lei a farci innamorare di sé, prima ancora che del film, a costringerci a seguire con passione le sue vicende, ad esser disposti ad impugnare persino la katana e combattere con lei, se solo ce lo chiedesse. Se Uma Thurman deve tanto a Tarantino, anche il suo cinema deve tanto a lei.

 

KILL BILL

Inevitabilmente abbiamo dovuto lasciar fuori personaggi altrettanto importanti e che hanno lasciato un segno nel cinema tarantiniano e non solo, come Django, Mia Wallace o più semplicemente il leggendario Mister Wolf, ma purtroppo è il brutto delle classifiche: prima o poi devi mettere un punto.

E voi quale personaggio amate di più? Ditecelo nei commenti!

No more articles