Keanu Reeves dichiara che “sarebbe un onore” entrare a far parte dell’MCU e i fan lanciano l’ipotesi Ghost Rider (Johnny Blaze)

Della possibile accoppiata MCU + Keanu Reeves, si parla e vocifera da anni e, nel corso di una recente intervista, lo stesso attore è tornato ad affrontare l’argomento.

Rispondendo ad alcune domande poste dai fan nel corso di un incontro con Esquire, la star di Matrix e John Wick ha dichiarato che, più che un “Marvel Cinematic Universe siamo ormai davanti a un Marvel Cinematic Multiverse… un Marvel-Verse.”

Visto quanto avverrà in Spider-Man: No Way Home e, soprattutto, in Doctor Strange in the Multiverse of Madness, le parole di Reeves dimostrano, se non altro, un suo interesse a tenersi aggiornato sugli sviluppi dell’MCU.

“Sarebbe un onore [farne parte]. Molti registi straordinari e visionari ci stanno lavorando, e stanno dando vita a qualcosa che nessuno ha mai fatto finora. In tal senso siamo davanti a qualcosa di veramente speciale, in termini di grandezza, di ambizione e di produzione. Sarebbe figo, dunque, esser parte di un progetto simile.”

Che l’attore sia affascinato da mondi – e universi – alternativi, invasioni aliene, supereroi e visione distopiche del mondo reale, non è di certo una novità se si considera il suo “passato” (e futuro) nei panni dell’Eletto di Matrix. Inutile dire che le parole di Reeves hanno mandato in visibilio sia i suoi fan che quelli dell’MCU.

keanu reeves mcu

La reazione dei fan

A poche ore dalla diffusione dell’intervista, infatti, su Twitter sono iniziate a circolare le più svariate ipotesi. Da chi punta sull’arrivo di un Keanu-Mephisto, a quello di un nuovo Ghost Rider – al momento l’ipotesi più quotata, tanto da far finire il supereroe in trend.

Nonostante il “mantello” dello Spirito della Vendetta sia stato indossato da diversi personaggi nel corso della sua lunga storia editoriale, i sostenitori della teoria puntano, ovviamente, su uno dei più celebri: Johnny Blaze.

“Ghost Rider: Johnny Blaze. Keanu [Reeves] ama le sue moto e starebbe bene nei panni del personaggio. [Sarebbe bello] vederlo al fianco del Robbie Reyes di Gabriel Luna, o protagonista di una nuova origin story su Johnny.”

“Un film con Mahershala Ali nei panni di Blade, Oscar Isaac in quelli di Moon Knight, Keanu Reeves come Ghost Rider e Gael Garcia Bernal nel ruolo di Werewolf By Night [Licantropus n.d.r.] sarebbe figo.”

Le passate dichiarazioni di Kevin Feige

Come, forse, ricorderanno i fan più attenti dell’MCU, non è la prima volta che i nome di Reeves appare vicino a quello dell’universo creato dai Marvel Studios. Se torniamo indietro fino al 2019, infatti, il Presidente dello studio cinematografico, Kevin Feige, parlando con ComicBook, dichiarò che erano anni che la produzione tentava di coinvolgere Reeves in un qualsiasi progetto dello studio.

“Lo abbiamo contattato per quasi tutti i film che abbiamo fatto” disse Feige scherzando, “ne abbiamo parlato con Keanu Reeves e non so quando, sé, né se mai lo vedremo unirsi all’MCU, ma è nostra intenzione cercare il modo corretto per farlo.”

Se consideriamo che, con Anvegers: Endgame, si è chiuso il primo importante capitolo dell’MCU, aprendo la strada alla Fase Quattro e a tutti i “nuovi” eroi che entreranno a far parte del “nuovo” MCU, l’eventuale ingresso di Reeves – soprattutto nei possibili panni di Ghost Rider – sarebbe accolto a braccia aperte dai fan.

A tutto questo, va aggiunto che, al momento, Reeves sta lavorando con Warner Bros a Matrix: Resurrectios, e la possibilità che possa unirsi al DC Extended Universe non può essere esclusa del tutto.

Come sempre, solo il tempo potrà dirci se vedremo mai la star hollywoodiana unirsi alle fila dei Marvel Studios, magari proprio nei panni di quel Johnny Blaze auspicato dai fan.

Fonte: CB

Romano di nascita, nerd per passione, amante di Final Fantasy, di Batman e dei Cavalieri dello Zodiaco. Parla poco ma ascolta e osserva molto, sente un’affinità smodata con i lupi e spera di rincarnarsi in uno di loro. Cede spesso alle tentazioni della rabbia con picchi che creano terremoti in Cina per l’Effetto Farfalla e odia la piega che sta prendendo l’Universo-Videoludico negli ultimi anni.