Il presidente di Sony Jim Ryan si scusa per la carenza di scorte di PS5, ma nonostante la scarsa disponibilità, sono state vendute 10 milioni di console

Come vi abbiamo raccontato qualche ora fa, Sony ha festeggiato da poco il traguardo delle 10 milioni di PS5 vendute in tutto il mondo, con la console che è divenuta la console del colosso giapponese venduta più velocemente di sempre. Ciò nonostante si tratta comunque di un successo agrodolce per Sony, che si trova di fronte a una carenza, ormai cronica, di scorte di console e molti appassionati tuttora non riescono ad ottenerne una.

Per questo il capo della divisione PlayStation, Jim Ryan, si è scusato coi fan.

ps5 jim ryan scuse

PS5, mancano le scorte: Jim Ryan si scusa con i fan

“Abbiamo costruito PS5 più velocemente di quanto siamo mai riusciti a fare, e ciò mi rende felice. Ma d’altra parte da un po’ di tempo non riusciamo a soddisfare l’enorme domanda, e mi dispiace. I nostri partner stanno lavorando molto bene secondo me, ma la carenza di chip è una sfida che purtroppo stiamo affrontando tutti”.

Come saprete infatti, la principale causa della carenza di scorte di PS5 è dovuta alla mancanza di chip semiconduttori da parte delle aziende produttrici di questi ultimi, una situazione che è stata senz’altro aggravata dalla pandemia che ha colpito tutti da quasi due anni a questa parte ormai. Ne hanno risentito un po’ tutte le industrie, oltre ovviamente a quelle tecnologiche, e quindi quella dei videogiochi.

La situazione purtroppo, perlomeno stando ai pareri di alcuni degli addetti ai lavori, è destinata a durare ancora per un po’ di tempo: le previsioni più pessimistiche dicono che potrebbe protrarsi a tutto il 2023, per cui purtroppo potrebbero esserci in futuro ancora diverse difficoltà per tutti quelli che ancora non sono riusciti a procurarsi una console next gen.

(Fonte: Comic Book)

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.