Attenzione: La news contiene spoiler su Stranger Things 3

Millie Bobby Brown lancia la NeverEnding Challenge e sfida tutti. Risponderete all’appello dell’attrice di Stranger Things? Venite a scoprire cos’è

Millie Bobby Brown ha lanciato sul suo profilo Instagram la NeverEnding Challenge, prendendo ispirazione dalla scena finale di Stranger Things 3, ormai già famosa in tutto il mondo.
L’attrice della serie Netflix infatti ha pubblicato sul social network un video in cui balla sulle note di NeverEnding Story, sincronizzando i movimenti delle labbra e del corpo con quelli della traccia musicale.

“I nominate YOU to do the #NeverEndingChallenge,” ha poi aggiunto Millie Bobby Brown nella didascalia, invitando di fatto a far partire un nuovo tormentone social. Hanno immediatamente risposto alcuni membri del cast di Stranger Things, come Sadie Sink (Max), ma anche tanti fan non hanno perso tempo, iniziando a caricare subito i propri video, rispondendo alla sfida lanciata su Instagram.

neverending challenge

Come saprete se siete arrivati a leggere fin qui, la puntata a cui si fa riferimento è quella in cui Dustin, per aiutare Joyce e Hopper, contatta (finalmente, dopo tanti sforzi) la sua fidanzata Suzie per sapere il valore esatto della costante di Planck, ma la ragazzina prima di soddisfare la richiesta chiede a Dustin di intonare insieme a lei Never Ending Story, storica canzone di cantante britannico Limahl, diventata famosa grazie all’omonimo film fantasy del quale è stata la colonna sonora.

 

Ad ogni modo sarà interessante vedere a quali performance daranno vita i fan per rispondere all’appello della giovane attrice e quali vip o membri dello star system decideranno di partecipare, volontariamente o “costretti” dalla nomination.
Intanto su Instagram potrete già gustarvi dei filmati particolarmente esilaranti di questa nuova challenge, che sembra avere tutti i requisiti per essere il vero tormentone social dell’estate.

Qui sotto il video che ha dato origine alla NeverEnding Challenge, di Millie Bobby Brown.

No more articles