Netflix ha omaggiato Stranger Things per il quinto anniversario della serie, con un video sui social. Nuove anticipazioni sulla quarta stagione

Sono ormai passati cinque anni da quando Netflix ci ha fatto tornare indietro nel tempo, precisamente al 1983, nella cittadina fittizia di Hawkins, Indiana, dov’è ambientata Stranger Things, la celebre serie TV che debuttò sulla piattaforma streaming nel 2016, e festeggia dunque il quinto anniversario, celebrato proprio da Netflix sui social.

Il colosso dello streaming si è presa un momento per festeggiare lo show, condividendo su Twitter il video delle primissime scene della serie, dalla sessione di Dungeons & Dragons alla scomparsa di Will Byers.

Stranger Things: la clip di Netflix per i cinque anni dello show

Attualmente è in corso la produzione della quarta stagione dello show, attesissima dai fan, sulla quale sono arrivate già alcune anticipazioni e dichiarazioni dei protagonisti. Secondo molti sarà la stagione più cupa e oscura di sempre, e sarà piena di sorprese. A parlarne stavolta è stata Sadie Sink, che nello show interpreta il personaggio di Max:

stranger things

“Avevamo iniziato a filmare la stagione quattro, non ricordo quando, ma era prima della pandemia, e riuscimmo a girare circa per un mese. Poi abbiamo dovuto fermarci per sette-otto mesi, e poi siamo tornati al lavoro e le cose erano completamente diverse. Credo che la vera sfida sia stata quella di adattarci alle nuove regole imposte sul set, è stato difficile. Ma sì, credo che possiamo tutti essere grati di poter essere tornati al lavoro, e adesso stiamo lavorando da un po’ e stiamo creando qualcosa di davvero fantastico. La dimensione dello show diventa più grande ogni anno, ed è davvero incredibile vedere dove siano riusciti ad arrivare con la storia. Quest’anno è davvero fenomenale, l’asticella è stata alzata tantissimo, come mai prima d’ora”.

Cosa vi aspettate dalla quarta stagione di Stranger Things?

(Fonte: Comic Book)

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.