Stranger Things è probabilmente lo show più popolare di Netflix: possibile che non si stia pensando a uno spin-off? Parla Shawn Levy

Il nuovo teaser trailer di Stranger Things ha confermato l’arrivo della quarta stagione dello show nel 2022, rendendo così questo il periodo più lungo di attesa tra una stagione e l’altra. Attesa che per i fan comincia a farsi sentire, dato che si tratta probabilmente della serie Netflix più popolare di sempre.

E così iniziano a farsi strada varie speculazioni, tra cui quella che viene messa in giro periodicamente su un possibile spin-off del franchise. Stavolta ne ha parlato il produttore della serie Shawn Levy, che ha confermato che ci siano state alcune discussioni a riguardo, ma che per il momento è ancora troppo presto per parlarne.

stranger things spin-off

Spin-off di Stranger Things: parla Shawn Levy

“Quello che è chiaro è che Stranger Things è praticamente il franchise più importante della storia di Netflix. Alcuni altri show hanno giocato ruoli chiave nella sua evoluzione, ma Stranger Things, con 196 milioni di spettatori in tutto il tempo in cui siamo stati in onda, è davvero un numero enorme e unico nel servizio di Netflix. C’è interesse e un generale appetito importante per qualsiais altro progetto laterale di Stranger Things, o estensione del franchise, dei personaggi e della mitologia. Queste conversazioni non si sono evolute più di tanto, ma ci sono state. Ora non prendete queste parole e trasformatele in un titolo tipo “Shawn Levy conferma uno spin-off”, perché non l’ho fatto”.

Insomma, Levy per ora ha detto ciò che tutti più o meno ci aspettavamo: il franchise è un brand fortissimo, c’è sempre la possibilità che arrivi uno spin-off, ma per il momento non è ancora il caso.

E allora non ci resta che aspettare: la quarta stagione di Stranger Things potrebbe ancora non essere l’ultima, e per un progetto parallelo c’è sempre tempo. Voi che ne pensate?

(Fonte: Game Spot)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.