Nintendo mostra il nuovo trailer di The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 durante la sua presentazione E3 2021, il gioco arriva nel 2022

Il Nintendo Direct dell’E3 2021 era probabilmente l’appuntamento più atteso dalla community insieme alla conferenza congiunta di Microsoft e Bethesda, e non ha certo deluso le aspettative, fosse anche solo per aver mostrato il nuovo trailer di The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 e la finestra d’uscita del gioco, che sebbene sia un piuttosto generico 2022, perlomeno dà ai fan un’idea di quando potranno finalmente mettere le mani sul gioco.

Gioco che è stato annunciato due anni fa, durante l’E3 2019 e che da allora non si era praticamente mai più mostrato, ed era stato solamente oggetto di speculazioni, rumor e fantasiose teorie da parte di fan e sedicenti insider. Stavolta invece abbiamo qualcosa di concreto: un trailer che mostra le ambientazioni del gioco, che stavolta includono anche i cieli sopra Hyrule, che siamo sicuri che daranno nuova linfa al gameplay già molto bello del primo gioco.

zelda breath wild 2 trailer e3 2021

Quello che salta subito all’occhio sono i panorami e la profondità visiva di cui sembra essere dotato il gioco, ancora più del suo predecessore. Da definire probabilmente è ancora il titolo finale del gioco, al quale lo stesso Eiji Aonuma, che ha presentato il filmato in questione, si riferisce come “il sequel di Breath of the Wild”.

The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2, ecco il trailer dell’E3 2021

Aonuma ha poi ricordato dell’uscita di Skyward Sword HD remastered per il prossimo 16 Luglio e ha annunciato il Game & Watch dedicato a The Legend of Zelda per i 30 anni della serie, un po’ come già accaduto per Super Mario quest’anno, che di anni ne ha compiuti 35.

Senza indugiare oltre vi lasciamo al trailer di The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 mostrato da Nintendo all’E3 2021, che trovate all’interno della news. Che ve ne pare? Cosa vi aspettate dal sequel del gioco? Siete contenti dell’uscita nel 2022 o vi aspettavate che Nintendo anticipasse un po’ i tempi?

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.