Il 2018 sarà un anno importante per Deadpool: oltre al sequel cinematografico in arrivo il 16 maggio, l’eore Marvel avrà anche una serie animata dedicata, prodotta e scritta dall’attore Donald Glover e suo fratello Stephen.

Tra gli autori è presente inoltre Stefani Robinson, la quale ha parlato al portale ComicBook su ciò che ci riserverà Deadpool a cartoni. Ad esempio, la Robinson ha affermato che gran parte dello studio del personaggio è avvenuto sui fumetti piuttosto che sulla pellicola cinematografica: “Abbiamo cercato spunti cercando dei punti di vista che risultassero i più credibili e veri possibili e non ci siamo ispirati troppo al cinema e a ciò che gran parte del pubblico sa di Deadpool. Ci siamo perlopiù concentrati sui fumetti e al nostro modo di interpretare quella persona, quel personaggio o eroe o anti-eroe, in qualunque modo fosse possibile, cercando di plasmarlo secondo ciò che amiamo in TV e nelle nostre vite.

La sceneggiatrice ha poi parlato di ciò che apprezza di più di Deadpool, ovvero la sua immortalità: “Adoro questo personaggio perchè non può morire! Sotto alcuni punti di vista penso sia una sorta di dio. É divertente giocare  con un personaggio che può fare praticamente qualunque cosa ed entrare in una mentalità che è annoiata dalla vita, visto che non ha nulla da perdere e non percepisce il pericolo come lo percepiamo noi esseri umani. A un certo punto ci si chiede cosa potresti fare di più degli altri, cosa faresti se potessi vivere per sempre, senza morire?

La serie animata dedicata a Deadpool debutterà sul canale FX entro la fine del 2018.

No more articles