The Witcher 2: dopo l’infortunio Henry Cavill sta meglio, ma le riprese della serie ancora non sono ricominciate

Due settimane prima di Natale, Henry Cavill si era fatto male sul set di The Witcher 2, seconda stagione della fortunata serie di Netflix tratta dai videogiochi e soprattutto dai libri di Andrzej Sapkowski, e qualche ora fa l’attore ha condiviso un breve aggiornamento sul suo infortunio.

Cavill ha spiegato di potersi allenare ancora poco anche per via del lockdown nel Regno Unito, e che ha potuto per la prima volta fare un po’ di jogging leggero dopo l’infortunio di cui sopra.

Jogging che però evidentemente gli è servito anche a livello morale, dato che parla di “grande passo” per la sua ripresa. Sfortunatamente però non si sa ancora quando l’attore potrà tornare a girare le riprese della serie, che dunque per ora rimane ancora sospesa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Henry Cavill (@henrycavill)

“Siamo in lockdown qui nel Regno Unito, per cui sto usando la mia possibilità di fare esercizio all’aperto una volta al giorno per fare il mio primo jogging da quando mi sono fatto male al tendine (ne riparlerò un’altra volta). Non sono andato veloce e di sicuro non sono andato lontano, ma è stato un grande passo nel mio processo di guarigione, e un primo passo verso il rimettersi in forma dopo un Natale che potrebbe aver visto coinvolte più di qualche tazza di vin brulè e un tacchino eccezionalmente grasso”.

 

the witcher henry cavill infortunio

Come dicevamo, ancora non si sa quando potranno ricominciare le riprese di The Witcher 2, che tuttavia sembra poter non soffrire troppo di questo intoppo, dato che l’uscita della seconda stagione della serie era comunque prevista per la fine dell’anno appena iniziato.

Per il momento dunque non possiamo che aspettare e augurarci che Henry Cavill si rimetta presto in sesto. E considerato che stiamo parlando di Superman e Geralt di Rivia, non abbiamo dubbi a riguardo.

(Fonte: Comic Book)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui