Harrison Ford si è infortunato alla spalla durante le riprese di Indiana Jones 5, ma la produzione continuerà a girare nonostante l’incidente. Sarà cambiato il programma delle riprese

Piccolo incidente per Harrison Ford sul set di Indiana Jones 5: l’attore si è fatto male alla spalla durante una scena di un combattimento, e sebbene non sia ancora nota la gravità dell’infortunio, sembra che le riprese non si fermeranno. Il regista James Mangold continuerà a girare, riprogrammando l’agenda con le scene che non coinvolgono la presenza dell’attore nelle prossime settimane.

Si spera dunque che con questo stratagemma Disney non debba spostare la data d’uscita, prevista in questo momento per il 29 Luglio del 2022. La produzione era iniziata proprio all’inizio di questo mese nel Regno Unito: il cast impegnato nelle riprese, oltre al già citato Harrison Ford, comprende i nomi di Mads Mikkelsen, Phoebe Waller-Bridge, Boyd Holbrook, Shaunette Renée Wilson e Thomas Kretschmann. Il regista come detto è James Gold, già autore di Logan, che ha preso il posto di Steven Spielberg, che farà comunque da produttore, insieme a Kathleen Kennedy, Frank Marshal e Simon Emanuel. John Williams, autore della colonna sonora di tutti i film del franchise, tornerà ancora una volta nelle vesti di compositore.

indiana jones 5 incidente harrison ford

Disney ha anche diffuso un comunicato stampa relativo all’incidente.

Indiana Jones 5: il comunicato di Disney sull’infortunio di Harrison Ford

“Nel corso delle riprese di una scena di combattimento, Harrison Ford ha subito un infortunio alla spalla. La produzione continuerà mentre saranno valutate le migliori cure per l’attore, e il programma delle riprese sarà riconfigurato secondo necessità nelle prossime settimane”.

Ford non è nuovo a questo genere di incidenti, dato che si ruppe una gamba durante le riprese di Star Wars: il Risveglio della Forza nel 2014. Speriamo che stavolta i tempi di recupero siano decisamente minori.

In bocca al lupo a Harrison Ford.

(Fonte: Deadline)

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.