Anche il 2021 sarà caratterizzato dai rinvii

Come vi avevamo riportato pochi giorni fa e come ampiamente prevedibile, anche il 2021 sarà all’insegna dei rinvii cinematografici.

Alcuni sono davvero eclatanti, come nel caso di 007: No Time to Die, che già nella giornata di ieri è stato spostato da Aprile 2021 a Ottobre dello stesso anno. Questo ha ovviamente causato un effetto domino. Molte major non intendevano far coincidere le proprie produzioni minori con l’attesissimo Bond 25, cosa che le ha costrette, a loro volta, a rinviare la data di uscita.

È questo il caso di Morbius, il film Marvl prodotto da Sony che riguarderà l’antieroe dei fumetti di Spider-Man. Previsto fino a pochi giorni fa per Ottobre 2021, il film è ora destinto al Gennaio del 2022, proprio per evitare una concorrenza esiziale con la pellicola della MGM.

Morbius trailer

Ma Morbius non sarà la sola pellicola a cambiare la propria data di uscita. Tra questa ci sarà anche Uncharted, film con Tom Holland nei panni di un giovane Nathan Drake. Il film ha trovato una nuova data di collocazione nel Febbraio del 2022, dovendo quindi rinunciare alla finestra di lancio precedentemente fissata per il 16 Luglio del 2021. Il film è già concluso, la scelta è perciò dettata unicamente dalla volontà di dargli un’uscita che garantisca la presenza in sala del pubblico.

uncharted terminate riprese

La notizia più dolorosa è forse quella che riguarda Ghostbusters: Legacy. Il film, sequel ufficiale delle pellicole cult degli anni Ottanta, è stato spostato di cinque mesi. Passa così da Giugno del 2021 a Novembre dello stesso anno. Dovremo quindi attendere ancora un po’ per capire cosa ci riserverà la pellicola di Jason Reitman.

Mentre vi scriviamo anche altre grandi produzioni sono a rischio di essere rimandate. Tra le più eclatanti troviamo senza dubbio Black Widow, ma anche Free Guy, Infinite, Fast & Fuorious 9. Sarà nostra cura informarvi nel caso ci siano novità al riguardo.

(fonte: ComicBook: 01, 02, 03)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.