Costi elevati per lo show di Amazon: Jennifer Salke parla della produzione de Il Signore degli Anelli

Jennifer Salke di Amazon Studios ha avuto modo di rilasciare una lunga intervista a The Hollywood Reporter, parlando anche della serie tratta da Il Signore degli Anelli. Tra i principali argomenti di discussione c’è stata anche la parte relativa a costi di produzione estremamente elevati dello show, superiori ai 465 Milioni di Dollari americani. Una cifra folle, specie si pensa al fatto che si tratta solo della prima stagione di uno spettacolo che, tra le altre cose, è stato già rinnovato per una nuova tornata di episodi.

Salke non sembra essere troppo sorpresa da questa scelta degli studios. Senza scomporsi, ha spiegato che si tratta di una prassi, nell’intrattenimento di oggi, spendere cifre così alte. Nel farlo non sembra aver risparmiato una piccola frecciata alla concorrenza di Netflix, “rea” di aver speso cifre simili per i seguiti di Knives Out.

signore anelli amazon

Le parole di Jennifer Salke: le cifre di Amazon per il Signore degli Anelli

“Il mercato è pazzo, come visto con l’affare Knives Out” ha spiegato Salke. “Questa è una stagione completa di un enorme spettacolo di costruzione di un mondo. Si tratta di numeri folli, su cui è divertente costruire titoli per fare visualizzazioni e clic, ma che sta davvero costruendo l’infrastruttura di ciò che sosterrà l’intera serie”.

Ha poi continuato sostenendo di essere certa del successo dello show “Quante persone hanno bisogno di guardare Il Signore degli Anelli? Un sacco” ha affermato, ridendo. “Un pubblico così vasto a livello globale siamo fiduciosi che vorrà presentarsi a questo appuntamento televisivo”.

Ispirata al Legendarium di J.R.R. Tolkien, sullo show sappiamo solo che sarà ispirato alla seconda Era della Terra di Mezzo.

Al centro della vicenda saranno gli eventi legati alla caduta di Nùmenor, l’isola che i Valar donarono agli uomini che lottarono contro Morgoth nella Prima Era. La vicenda è stata narrata da Tolkien nell’Akallabêth, quarta e ultima parte del Silmarillion.

All’interno della storia però saranno presenti personaggi originali. Nel cast ci saranno Will Poulter nel ruolo di Beldor, Markella Kavenagh in quello di Tyra e Richard Mawle, già visto in Game of Thrones, ricoprirà il ruolo di Oren.

Amazon sembra credere particolarmente in questo progetto, tanto che la seconda stagione dello show è già ordinata prima ancora della messa in onda.

(fonte: THR)

Leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.