Vediamo insieme i giochi che più ci hanno colpito durante la presentazione di PS5.

Finalmente dopo dopo un periodo piuttosto travagliato per l’intera industria e in particolare per Sony che ha visto la comunicazione della propria nuova console piuttosto claudicante fino a oggi, abbiamo avuto la tanto sospirata presentazione di PS5. Un evento dedicato soprattutto ai giochi, nonostante non è mancato sul finale il reveal della stessa console con relativa sorpresa di ben due modelli per il mercato, uno solo per il digital e uno dedicato al supporto fisico. Ma come detto, i riflettori sono stati tutti puntati sul software con molti titoli che si sono avvicendati durante la trasmissione in streaming.

presentazione giochi ps5

In generale è chiara la linea tenuta dalla casa giapponese, che come sempre punta parecchio sulle produzioni minori ma talvolta peculiari, anche se non sono certo mancati annunci di un certo calibro soprattutto nella seconda parte dell’evento.  In questa sede, ci interessa ricapitolare quali sono, secondo noi di Stay Nerd, i titoli mostrati che per un motivo o per l’altro sono stati più significativi.

Ecco la nostra selezione dei più interessanti giochi della presentazione di PS5.

I giochi più interessanti della presentazione PS5  – Marvel’s Spider-Man: Miles Morales

Il primo di questi è sicuramente stato Marvel’s Spider-Man: Miles Morales in quanto seguito di un gioco piuttosto apprezzato su Playstation 4 che non ci aspettavamo di vedere così presto. Sapevamo che avremmo visto Miles in un secondo capitolo, era chiaro per chi ha giocato Marvel’s Spider-Man. Ma vederlo protagonista assoluto ci ha senza dubbio stupito. Come ci ha stupito scoprire che il gioco sarà disponibile durante le festività natalizie di quest’anno. Insomma PlayStation 5 ha già la sua prima killer application.

Ratchet and Clank: Rift Apart

Insomniac ha rivelato anche un nuovo episodio della storica serie di Ratchet and Clank. Lo riteniamo sicuramente interessante perché durante la dimostrazione abbiamo visto qualcosa che mette in luce le potenzialità di PlayStation 5. Sebbene ad una occhiata superficiale potesse sembrare un gioco  notevole graficamente, ma tutto sommato non  eclatante, vediamo il duo protagonista durante una sequenza di gioco molto frenetica entrare in una moltitudine di portali dimensionali che cambiano lo scenario totalmente all’istante più e più volte, evidenziando la capacità del nuovo hardware nel gestire senza problemi (e senza caricamenti) zone incredibilmente estese, diverse e complesse, nello stesso tempo.

I giochi più interessanti della presentazione PS5 – Horizon Forbidden West

Il nuovo gioco di Guerrilla, seguito di una delle esclusive più importanti di PlayStation è stato senza dubbio uno dei più impressionanti dell’evento dal punto di vista grafico. Se Zero Dawn era studiato per tirare fuori tutta la potenza tecnica di Playstation 4 Pro, siamo sicuri che Forbidden West sarà altrettanto determinante nel mostrarci in modo concreto e tangibile di cosa è veramente capace PS5. Ambienti estesi e dettagliatissimi, nuove creature robotiche, un mondo sottomarino tutto da scoprire e quella San Francisco sommersa che non vediamo l’ora di esplorare insieme ad Aloy.

Project Athia

Si è visto poco, troppo poco, ma ci è bastato per farci venire l’acquolina in bocca. Una ambientazione incredibilmente suggestiva, una protagonista misteriosa che sembra avere dei poteri legati alla natura, che scatena in brevissimi frangenti del trailer con un risultato grafico impressionante. La promessa di vedere finalmente un nuovo progetto di SquareEnix che sembra molto slegato dai soliti franchise ci intriga molto. Soprattutto perché al timone c’è Luminous Productions, e quindi teoricamente Tabata, che siamo molto curiosi di vedere alle prese con un progetto nuovo dopo le mille vicissitudini nello sviluppo di Final Fantasy XV.

I giochi più interessanti della presentazione PS5 – Pragmata

Una città desolata, un tizio con una tuta spaziale che ci ha ricordato tanto il design di Death Standing, una misteriosa ragazzina e uno scenario che in un attimo si stravolge e catapulta i due su quella che sembra la Luna. Curiosità alle stelle per la nuova IP di Capcom che si presenta in sordina lasciandoci un sacco di dubbi sulla sua natura. Molto probabilmente ne sentiremo parlare in un futuro ancora lontano, ma siamo piuttosto intrigati.

Resident Evil 8 Village

I rumor a quanto pare erano veri, il prossimo Resident Evil riprenderà la struttura del settimo capitolo cambiando una volta ancora le carte in tavola. Questa volta dovremo esplorare un villaggio isolato che ci ha ricordato vagamente le atmosfere di Resident Evil 4, ma l’immaginario fatto di loschi individui, case diroccate,  simil licantropi e quell’atrio che ci riporta con il pensiero a Villa Spencer ci ha fatto salire l’hype a mille.  Un contesto disturbante, carico di tensione ma tutto da scoprire. Un Resident Evil dalla inequivocabile identità ma molto diverso da tutto quello che la saga ci ha mostrato fino a ora. E quel Chris così inquietante alla fine del trailer… Ne vogliamo di più il prima possibile! Fortunatamente il titolo Capcom dovrebbe arrivare già l’anno prossimo.

I giochi più interessanti della presentazione PS5 – Ghostwire Tokyo

Il nuovo gioco di Shinji Mikami non sarà certo quello che tecnicamente ci ha colpito di più, eppure è impossibile tenere basse le aspettative. Sappiamo tutti come l’autore giapponese sia capace di creare progetti dal gameplay solido, spesso sofisticato, in contesti molto caratteristici. Ghostwire Tokyo sembra un titolo abbastanza folle da affascinarci quel tanto che basta da entrare in questa lista. Da quello che possiamo intuire dal trailer ci troviamo di fronte ad un action ambientato a Tokyo dal ritmo piuttosto sostenuto, interamente in prima persona, in cui dovremo vedercela con entità paranormali dal look quanto meno bizzarro. Abbiamo assolutamente voglia di metterci le mani sopra e a quanto pare questo sarà possibile nel 2021.

Little Devil Inside

Non c’è molto da dire su questo gioco se non che ci ha affascinato tantissimo. Il nome Little Devil Inside gira da un bel po’ ma finalmente si è manifestato concretamente e quello che abbiamo visto… Sembra spettacolare. Una avventura incredibilmente variopinta in cui nel solo trailer abbiamo visto una varietà di situazioni francamente disorientante. Humor, epica, azione. C’è tutto e non vediamo l’ora di scoprire come il gioco unirà tutti questi elementi. Per quel che riguarda lo stile grafico della produzione poi, possiamo dire solo una cosa: lo amiamo già.

I giochi più interessanti della presentazione PS5 – Demon’s Souls

CI siamo chiesti a lungo su cosa stessero lavorando i Bluepoint Games, quale fantastica nuova remastered dovessero tirare fuori dal cilindro, e la risposta è arriva alla presentazione con una carica travolgente: Demon’s Souls. Per molto tempo i fan hanno chiesto a gran voce che il primissimo titolo della serie souls venisse recuperato e aggiornato. Rispetto alla serie Dark Souls infatti, che ha goduto di numerose e più moderne versioni, il capostipite del filone è sempre stato ignorato. Prepariamoci quindi a rivivere questo storico cult di From Software con una veste grafica che darà un sapore totalmente nuovo all’esperienza. Non escludiamo che vista la caratura del titolo e il lungo tempo trascorso dalla sua uscita, Bluepoint interverrà anche su altri elementi del gioco che non siano meramente estetici. Non ci resta che aspettare per saperne di più.

Kena: Bridge of the Spirits

Bucolico, fiabesco, ricco di azione e di suggestioni esotiche. Un action adventure colorato che sembra una produzione animata d’alto rango. Qualcosa in questo titolo ci ha profondamente scaldato il cuoricino. Si tratta forse di una delle produzioni “minori” mostrate nel corso dell’evento di cui attendiamo ulteriori sviluppi con più trepidazione.

I giochi più interessanti della presentazione PS5 – Stray

Vestire i panni di un simpatico gatto randagio per vivere un’avventura in terza persona esplorando una città cyberpunk con uno stile cartoon irresistibile e pieno di personalità? Diteci dove dobbiamo firmare! Uno dei progetti più originale e in qualche modo intriganti dell’intera presentazione. È un peccato non aver visto il gameplay nel concreto ma il solo concept alla base e l’affascinante immaginario in cui promette di immergerci il gioco, basta e avanza per farci tenere tutti i radar puntati su questo Stray.

No more articles